Il Liceo incontra la Danimarca

Posted by on 22 Marzo 2022

 Dopo due anni in cui spesso “virtuale e distanza” sono state due parole che hanno
accompagnato la convivenza del mondo scolastico con la pandemia da Covid-19, il
miglioramento della situazione ha in parte permesso alle scuole di tornare ad aprire le porte
per far rientrare ventate di ottimismo e voglia di imparare insieme.
Martedì 8 marzo il Liceo “Salutati” di Montecatini Terme ha così potuto accogliere tra le sue
mura il personale della “Nykobing Katedralskole”, scuola danese della città di Nykøbing
Falster nella regione della Zealand, comune di Guldborgsund (140 km dalla capitale
Copenaghen). Si tratta di una High School/secondary, istituto diretto da Kirsten Danving che
prepara per l’Università, dove si imparano il tedesco, il francese, lo spagnolo e l’inglese, una
realtà che aveva contattato il Liceo negli anni scorsi perché interessata a vedere come
funziona il sistema scolastico italiano. Ad oggi sono stati realizzati ben 5 gemellaggi tra le due
scuole, segno di una reciproca fiducia e stima oltre che della volontà di costruire insieme il
futuro.
I 49 studenti sono stati accompaganti in questa avventura italiana dai docenti Mai-Brit Bulow
– Nielsen, Grete Christiansen, Christian Enemark e Ditte Ronn Kristiansen.
La comitiva è arrivata in Italia divisa in due gruppi (il primo con l’aereo, a Firenze, l’altro con il
pullman) ed è rimasta in città (un gruppo ha alloggiato all’albergo Butterfly mentre un altro
all’hotel Miramonti) per cinque giorni, da lunedi 7 marzo fino a venerdi 11. Il percorso
prevedeva di visitare altre scuole di livello parallelo, vedere alcune città d’arte, fare un po’ di
attività fisica (climbing nello specifico).
All’arrivo al Liceo “Salutati”, dopo un momento di accoglienza con la Dirigente dott.ssa Marzia
Andreoni e la referente del progetto prof. Del Serra Anna Lisa, docente di Inglese, i ragazzi si
sono divisi in piccoli gruppi alternandosi nelle attività richieste: assistere alle lezioni in classe
(dove hanno potuto dialogare in inglese con i nostri alunni) e praticare alcune discipline in
palestra (pallavolo, badminton, ping pong).

 


Un ringraziamento doveroso a tutti i docenti dei dipartimenti che hanno dato la disponibilità
ad accogliere nelle classi gli alunni stranieri e che quindi hanno contribuito allo svolgimento
di questa esperienza, importante opportunità per tutti i ragazzi coinvolti per creare relazioni,
costruire ponti, diventare strumenti di dialogo in un periodo storico caratterizzato da
contrasti e precarietà.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 604.407 spammer.