Giovani attori contro la violenza sulle donne

Posted by on 17 Dicembre 2021

Per celebrare la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre), domenica 28 novembre è andato in scena presso il Teatro “Yves Montand” di Monsummano Terme lo spettacolo dal titolo “Il nome potete metterlo voi”, scritto e diretto dal regista fiorentino Mauro Monni. Grazie alla collaborazione tra il Comune di Monsummano Terme e il Liceo “Salutati” di Montecatini Terme è stato possibile realizzare questo evento – la storia di 40 anni di vita di una ragazza prima e donna poi che racconta di sé attraverso le pagine di quei libri che lei ha da sempre “avidamente” consumato, con le grandi donne presenti nella letteratura che si riveleranno fonti di ispirazione per le sue scelte future – che è stato condiviso e rappresentato nella stessa settimana in oltre 50 città italiane da oltre 50 compagnie. La particolarità della serata monsummanese è da rintracciare negli attori che hanno calcato le scene: gli alunni della 4A del Liceo Economico-Sociale del “Salutati”, unici studenti tra i vari protagonisti degli spettacoli a livello nazionale.

Il progetto nasce dalla felice intuizione del regista Monni: “dare notizia a un argomento che non fa più notizia! Perché non può essere normale sentir dire <<o sei mia o di nessuno>>”. Confrontarsi sul Femminicidio significa toccare con mano la quotidianità, fare un salto in un mondo spesso nascosto, buio e tenebroso, combattere con molti luoghi comuni e smettere di restare in silenzio. Il teatro è il mezzo per riflettere su tutti i temi possibili della vita, ti catapulta in situazioni mai vissute e non ti lascia mai indifferente, contribuendo per di più allo sviluppo della personalità dell’attore.

Per Mauro Monni, che da anni collabora con il Miur con progetti su dispersione, cyberbullismo e inclusione, fare teatro “è un modo spettacolare per fare didattica perché fai vivere la Storia ai ragazzi, i quali riescono a vedere in pratica quello che leggono e studiano”. 

Negli occhi dei giovani attori i numerosi spettatori presenti hanno potuto cogliere le emozioni di sentirsi parte attiva di una riflessione che spesso sentiamo lontana, solo perché non ci riguarda da vicino. Con la gioia nel cuore i ragazzi si sono alternati sul palco per ripercorrere la storia di una donna che il testo di Monni è riuscito a rendere creatura viva, in grado di scucire un pezzetto del carattere di ognuna delle eroine protagoniste delle storie lette sin da bambina per ricucirselo addosso e attraversare secoli di storia per arrivare fino al presente. E diventare la vicina di casa, la compagna di studi, la collega di lavoro: una donna “normale” travolta e schiacciata da qualcosa che sta oramai diventando “normale”. 

Per i giovani alunni del Liceo “Salutati” questo progetto è stata un’opportunità importante di crescita umana, sia a livello personale che come gruppo classe, per confrontarsi su un tema così ostico attraverso una modalità, quella della recitazione, che ha affascinato molti di loro per la capacità di far crescere l’attore e di toccare le corde più intime e personali del cuore. Un cammino (durato un mese) in cui il divertimento si è unito alla riflessione, la fatica e la tensione si sono alternate alla curiosità di chi intraprende un “sentiero di montagna sconosciuto” e alla consapevolezza di trasmettere qualcosa di importante al pubblico in sala la sera dello spettacolo. Tutto questo sotto lo sguardo attento di Mauro Monni che è riuscito con passione e con semplicità a mettere a loro agio sin dall’inizio i ragazzi, a prenderli per mano e guidarli alla scoperta del mondo della recitazione e a farli crescere puntando sui loro talenti. E credendo in loro sin dall’inizio…

Gli alunni della classe 4A del Liceo Economico Sociale del “Salutati” ringraziano di cuore la Dirigente Scolastica, dott.ssa Marzia Andreoni, e i docenti del Consiglio di Classe per aver dato loro la possibilità di vivere questa esperienza straordinaria e per averli accompagnati in questa avventura. 

In allegato il file con le impressioni dei giovani attori sull’esperienza vissuta

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 604.407 spammer.