Gruppo di lettura

Posted by on 12 Marzo 2018

La lettura, un piacere solitario, un’attività intima, una relazione esclusiva fra noi e le pagine del nostro libro?

Secondo i docenti del Dipartimento di lettere del liceo “Coluccio Salutati” leggere significa molto di più: la lettura accomuna le persone, crea ponti, diventa motivo di incontro e confronto.

Ecco quindi l’idea di creare all’interno della scuola un gruppo di lettura, aperto a tutti gli studenti, agli insegnanti e al personale dell’Istituto, ma anche a chiunque, esterno alla scuola, voglia parteciparvi, spinto dalla curiosità e dalla semplice passione per i libri.

Ogni mese i partecipanti scelgono un libro, che viene letto da ciascun membro per conto proprio e che poi diventa oggetto di discussione durante l’incontro successivo.

Nessun legame perciò con i programmi scolastici, con le attività curricolari della mattina, con verifiche e interrogazioni! Lo spirito dell’iniziativa è quello di promuovere e diffondere il puro piacere delle lettura, attraverso la condivisione di impressioni e giudizi in forma libera e irregolare, come libera e irregolare è l’attività stessa del leggere. Ogni mese la discussione sarà guidata da un animatore diverso, che introdurrà la riflessione e fornirà spunti per il dibattito, ma tutti potranno intervenire, citando, commentando, criticando, ponendo domande.

Tutti possono dire in tranquillità quello che desiderano condividere, in un ambiente sano e rispettoso!

Il fatto di parlare delle storie, dei luoghi, dei personaggi della finzione, dà a ciascuno, infatti, la possibilità di affrontare anche le propria storia personale, i propri sentimenti, Intorno alle pagine di un libro, del resto, impariamo a esprimere noi stessi e ad ascoltare il parere degli altri, così che l’esperienza della lettura diventi davvero un dialogo tra diverse visioni del mondo.

Il primo incontro si è tenuto lo scorso martedì 27 febbraio nei locali del liceo: i partecipanti si sono cimentati nella lettura di Non lasciarmi dello scrittore britannico di origine giapponese Kazuo Ishiguro, premio Nobel per la letteratura nel 2017. Un testo emozionante, che non può lasciare indifferenti, un romanzo dalla scrittura tesa e asciutta, talvolta quasi asettica, che mette in scena un’inquietante distopia: in una società ormai disumanizzata, l’autore indaga con grande delicatezza la vera essenza del concetto di umanità.

Il secondo appuntamento avrà luogo martedì 27 marzo, alle ore 18:30, sempre presso il liceo e stavolta il testo scelto è Exit West, ultima opera del pakistano Mohsin Hamid, autore del tanto noto quanto discusso romanzo Il fondamentalista riluttante. Nell’attesa del prossimo incontro, non resta che trovare un angolo accogliente e… buona lettura a tutti!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 600.210 spammer.