Get infected to be protected

Posted by on 5 Ottobre 2015

Il progetto Erasmus plus, che ha per argomento le malattie infettive e tutto ciò che è ad esse correlato, è strutturato in varie fasi di lavoro destinate ad essere affrontate in specifiche modalità nelle tappe previste, ma con la costante comune di attività in cui gli studenti partecipanti lavorino in gruppi internazionali.

Il primo incontro, svoltosi in Lettonia, è iniziato con una prima fase di lavoro dal programma decisamente nutrito, che ha previsto, dopo un corso base di lingua lettone presso l'Università di  Riga, la presentazione agli studenti del modello di Europass-Mobility, uno specifico modulo per stilare il curriculum per la mobilità nella comunità europea, nonché delle interessanti lezioni da parte di alcuni docenti universitari con relative applicazioni pratiche di quanto esposto. Gli alunni partecipanti, infine, divisi in gruppi internazionali, hanno preparato il materiale necessario per la fase successiva e, sempre nell'ambito di questo primo scambio interculturale, hanno potuto effettuare anche una visita guidata a Riga, con notizie sulla storia antica e recente della città.

La seconda fase, detta “transnazionale”, ha avuto luogo nella scuola lettone di Aizputes, ed ha visto l’intervento dei media locali che hanno intervistato gli  insegnanti dei Paesi partecipanti al progetto. Anche questa fase prevedeva la visita a musei e centri di attività culturali e ricreative. 

Le attività prettamente scientifiche sono proseguite con l'incontro con un esperto, con un successivo scambio dei materiali e della documentazione sulle malattie infettive e, infine, con i lavori  dei gruppi internazionali di studenti, guidati ciascuno da un insegnante partecipante al progetto. La tematica è stata affrontata sia dal punto di vista statistico, ricercando le malattie infettive più comuni nei propri Paesi ed attuando un confronto dei dati, sia dal punto di vista della prevenzione e della diffusione delle buone pratiche di igiene preventiva, raccomandabili fin dalla prima infanzia. A tale scopo un gruppo di studenti ha realizzato una serie di fumetti per questo specifico target e lo ha presentato ed illustrato agli alunni della scuola primaria. Tutti i lavori prodotti  sono stati  presentati dagli studenti di tutti i gruppi alla platea degli alunni della scuola. 

La terza fase prevede, infine, la diffusione dei risultati conseguiti e costituisce il completamento del primo incontro con lo scambio di eventuale ulteriore materiale sull'apposita piattaforma di e-twinning on line e l'uploading del materiale prodotto.

Ad accompagnare i nostri studenti è stata la professoressa Federica Raffaelli e i ragazzi si sono dichiarati edificati e soddisfatti.

                                                                           (Lorena Rocchi e Federica Raffaelli)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 596.598 spammer.