Progetto “Un mondo d’acqua”: premiati alcuni alunni della IV A scientifico del Salutati

Posted by on 6 Giugno 2015

unnamedIl progetto “Un mondo d’acqua” è stato promosso e organizzato dalla società

“Acque Toscane” in collaborazione con l’associazione socioculturale ambientale

“La Tartaruga” ed ha coinvolto i vari ordini di scuola, dalla scuola dell’infanzia

fino alla secondaria di secondo grado.

La richiesta era di sviluppare il tema “una scelta ragionata: acqua del rubinetto

o acqua in bottiglia?” e gli elaborati dovevano essere presentati entro il 15

maggio scorso.

A seguito di un interessante dibattito avvenuto in classe durante l’ora di

scienze con la professoressa Ida Barone e all’interno del percorso “La salute

nel curriculum”, effettuato dagli studenti su proposta della medesima

insegnante, referente del progetto, alcuni alunni della IV A del liceo scientifico

Salutati, hanno deciso di aderire all’iniziativa ancor più attivamente,

impegnandosi nella realizzazione di un elaborato, a cui hanno dedicato tempo

ed energie, per approfondire l’argomento relativo all’importanza dell’acqua per

la nostra sopravvivenza. Si tratta di Matteo Sabatino, Lorenzo Nencini,

Benedetta Parlanti e Sara Ferrara, i quali, dichiarandosi molto soddisfatti del

lavoro svolto, ci hanno raccontato il loro percorso:

“La professoressa Ida Barone ci ha presentato il progetto intorno alla metà di

aprile, cosicché abbiamo potuto lavorare nelle settimane tra il 26 aprile ed il 14

maggio. Nell’elaborato abbiamo approfondito le caratteristiche dell’acqua del

rubinetto e di quella in bottiglia, evidenziandone pregi e difetti e facendo anche

alcune considerazioni sul nostro territorio. Abbiamo sottolineato l’importanza

delle nostre azioni quotidiane e abbiamo parlato di vera e propria scelta dei

nostri stili di vita. La visita didattica a Roma, avvenuta dal 21 al 24 aprile,

durante la quale avevamo constatato che l’acqua che bevevamo in alcuni

ristornati era davvero cattiva, ci ha portato a riflettere sul fatto che,

comunque, beviamo sia l’acqua del rubinetto che l’acqua in bottiglia e abbiamo

puntato proprio sul buon senso, utile a capire che bisogna raggiungere un

connubio tra tali usi. Si tratta di un argomento diffuso e conosciuto, ma forse

poco approfondito e perciò abbiamo voluto presentare le nostre riflessioni  

prima di tutto alla nostra classe e poi alla commissione che ha giudicato il

lavoro. È stato interessante sviluppare ed approfondire tale tema e ci ha

gratificato molto sapere che l’elaborato è piaciuto anche all’associazione. Il

nostro impegno, infatti, alla fine è stato riconosciuto nella premiazione

avvenuta il 4 giugno presso la casa della prevenzione situata nella pineta di

Montecatini Terme: ci hanno dato un buono di 200 euro in materiale scolastico

ed un attestato, ma ciò che più ci resterà, oltre agli argomenti appresi, sarà

l’enorme soddisfazione.”

Giusto per rimanere in tema vogliamo commentare tutto ciò, dicendo ai nostri

ragazzi che la classe non è acqua!

(Matteo Sabatino e Lorena Rocchi)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 595.830 spammer.