Le discipline sportive nell’a.s. 2014-2015 al Salutati

Posted by on 25 Aprile 2015

Il 24 aprile 2015, presso l’aula Gamma, ha avuto luogo l’incontro conclusivo relativo alle discipline sportive affrontate quest’anno dagli alunni  della I A del liceo scientifico ad indirizzo sportivo. Nonostante le attività proseguano ancora con il modulo dell’orienteering, è stata colta l’occasione per ringraziare tutti coloro che si sono prodigati per la riuscita di un progetto tanto ambizioso quanto finalmente reale.

Ad introdurre il piacevole momento è stata la professoressa Morena Fini, che, in qualità di Dirigente Scolastico, ha voluto ringraziare il sindaco Bellando intervenuto per l’occasione, la Provincia , i docenti di scienze motorie e di discipline sportive e tutti i tecnici delle associazioni che hanno collaborato con il liceo.

Dopo aver riassunto il percorso fatto dai nostri alunni dello sportivo, ha preannunciato che il prossimo anno le giornate dedicate alle discipline sportive saranno ben due, rispettivamente per la nuova prima che si andrà a formare e per la futura seconda.

Il sindaco di Montecatini ha poi parlato dell’importanza di una cultura sportiva e lo ha fatto anche in considerazione della sua professione di medico. Il suo discorso ha puntato molto sull’importanza di una sinergia tra scuola e società sportive in una città che del benessere fa il proprio cavallo di battaglia, perché ciò costituisce un modo per fare sì che lo sport sia veramente uno strumento diffuso per migliorare la qualità della vita. Si è dichiarato contento, in quanto ex allievo del Salutati, che a promuovere tale cultura sia proprio il liceo in cui egli stesso ha studiato, poiché una scuola così prestigiosa si fa promotrice di un motto che non deve risuonare come scontato solo per il fatto che lo si ripete spesso: Mens sana in corpore sano. Ha concluso dicendo che è proprio questo che il liceo scientifico a indirizzo sportivo offre: la possibilità di crescere nello sport edificando e affinando la propria cultura.

Dopo gli interventi della professoressa Rita Querci, docente di scienze motorie, e del professor Stefano Vannelli, docente di discipline sportive, i quali hanno ringraziato i tecnici per la loro estrema professionalità ed il loro entusiasmo, sono stati consegnate delle pergamene di riconoscimento ai tecnici stessi presenti.

Questi hanno a loro volta ringraziato la scuola per l’esperienza vissuta ed hanno rivolto ai ragazzi della I A parole di esortazione a continuare a vivere lo sport con dedizione, consapevoli della fortuna che deriva loro dalla possibilità di frequentare un liceo così completo.

Interessante l’intervento del tecnico Fabrizio Ghelli, ex docente del Salutati, il quale ha parlato del diverso ruolo che egli si è trovato a svolgere presso il liceo, prima di educatore e poi di tecnico. Ha richiamato la bellezza di entrambe le funzioni, ma ha ricordato, come docente per circa quarant’anni, che la soddisfazione più grande di un educatore è quella di aiutare i ragazzi a crescere per diventare uomini, mentre quella del tecnico è di aiutarli a crescere per diventare degli atleti.

A conclusione dell’incontro è stata scattata una foto ricordo dell’evento con tecnici, docenti, preside e dirigente amministrativo e, ovviamente gli alunni, che hanno indossato la maglia della scuola con il logo dello sportivo. I ringraziamenti a Eugenio Ercolini , referente dell’Atletica Montecatini, Giancarlo Baronti e Domenico Tropeano per l’Atletica Monsummanese, Andrea Niccolai per lo Sporting Club Montecatini Basket, Matteo Gigetti per il Centro Nuoto Montecatinese, Daniele Tonini per la Pallavolo UPV Buggiano, Francesco Masoni per il Circolo Tennis Montecatini, Fabrizio Ghelli e Riccardo Baldanzi, referenti dell’Orienteering.

Lorena Rocchi

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 603.540 spammer.